Fase due: autosegnalazione e isolamento per chi rientra in Puglia

Le persone che rientrano in Puglia hanno due obblighi: comunicarlo e osservare l’isolamento fiduciario. Così ha stabilito l’ordinanza n. 214 del 2020 con cui Emiliano ha avviato la fase due nella nostra regione.

 

Il DPCM del 26 aprile consente a chiunque “il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”. L’ordinanza del Presidente dispone in tal caso l’obbligo di comunicarlo immediatamente compilando il modulo di autosegnalazione online, o contattando il proprio medico, e di restare in isolamento fiduciario per 14 giorni. Chi rientra in Puglia non può dunque avere contatti sociali, né spostarsi o viaggiare, deve essere sempre raggiungibile e, nel caso di comparsa di sintomi, avvertire immediatamente il medico o l’operatore di sanità pubblica. Una misura per contenere l’epidemia, già adottata nella prima fase, con ordinanza dell’8 marzo che ha consentito il mese scorso di individuare 200 casi Covid.

L’ordinanza è valida dal 4 al 17 maggio. Il modulo di autosegnalazione è disponibile sul portale di Puglia salute

La task force della Regione, con la collaborazione del prof. Lopalco, ha inoltre redatto un nuovo decalogo per la fase due: Ripartiamo in sicurezza. La locandina è rilasciata con licenza Creative Commons, per essere scaricata, stampata e affissa negli uffici pubblici e nelle attività commerciali.

In allegato la locandina

 

Fonte: Redazione Puglia Salute

5 maggio 2020

» Decalogo Fase 2
Download

Data di pubblicazione:

05/05/2020

Ultimo aggiornamento:

06/05/2020