Chi siamo

L'Azienda Ospedaliero-Universitaria Consorziale Policlinico di Bari è un ente pubblico dotato di autonomia organizzativa e gestionale dal 1° maggio 1996 ed opera nell'ambito del Servizio Sanitario Regionale e Nazionale.
Sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università degli Studi di Bari, ospita gli insegnamenti dei Corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e i Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie.
Con decorrenza 01.01.2005 l'Ospedale Pediatrico "Giovanni XXIII" è stato trasferito all'interno dell'Azienda Policlinico.

L'Azienda è attualmente costituita da due Stabilimenti:

  • Policlinico
  • Ospedale Pediatrico "Giovanni XXIII"

Il Policlinico si estende su un'area di circa 230 mila metri quadri ed è suddiviso in 32 padiglioni al cui interno si trovano ubicate le Unità Operative Ospedaliere ed Universitarie.

L'Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII si estende su un'area di circa 50.000 metri quadri ed è composto di una struttura unica al cui interno si trovano ubicate le Unità Operative Ospedaliere ed Universitarie.

Dall' epoca della sua istituzione l'Azienda ha avviato un importante processo di rinnovamento delle proprie strutture e di riorganizzazione delle risorse economiche al fine di:

  • migliorare la qualità dei servizi e delle prestazioni sanitarie offerte, consolidando altresì il proprio ruolo nella  - rete dei servizi della città di Bari e del territorio pugliese;
  • incrementare la ricerca e la produzione scientifica;
  • partecipare a programmi Sanitari Regionali e Nazionali;
  • sviluppare la qualità della didattica e della formazione Universitaria.

Nell'ambito di questo articolato processo di rinnovamento nel luglio del 2005 è stato inaugurato il Nuovo Complesso Chirurgico della Emergenza "Asclepios", destinato ad assumere un ruolo strategico non solo all'interno della Azienda, ma su tutto il sistema regionale dell'emergenza-urgenza.

 

 

Storia dell'Ospedale Policlinico di Bari

» Storia+dell%27Ospedale+Policlinico+di+Bari
Download

Documenti e Modulistica