I.R.C.C.S. "S. De Bellis" - Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia

Via Turi, 27

telefono: 080 4994111

fax: 080 4994300

email: DIRGENERALE.DEBELLIS@PEC.RUPAR.PUGLIA.IT

urp: 080 4994689

direttore medico

Dott. Roberto Di Paola

telefono: 080 4994154

fax: 080 4994353

email: direttoresanitario@irccsdebellis.it - dirsanitario.debellis@pec.rupar.puglia.it

direttore amministrativo

Dott.ssa Filomena Fortunato

telefono: 080 4994177

fax: 080 4994300

email: filomena.fortunato@irccsdebellis.it - diramministrativo.debellis@pec.rupar.puglia.it

Direttore Generale: Dott. Tommaso Antonio Stallone

 

PRESENTAZIONE: 
L'Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia "Saverio de Bellis" è una struttura ospedaliera ad indirizzo specialistico gastroenterologico medico e chirurgico che opera in tale campo quale Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di diritto pubblico.
L' Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia "Saverio de Bellis" è un Ente a rilevanza nazionale dotato di autonomia e personalità giuridica che persegue finalità di ricerca, clinica e traslazionale, e di formazione nel campo biomedico, di organizzazione e gestione dei servizi sanitari in campo nazionale e internazionale, insieme a prestazioni di ricovero e cura di alta specialità.
L'Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia "Saverio de Bellis" è parte integrante del Servizio Sanitario della Regione Puglia nel cui ambito svolge funzioni di alta qualificazione relativamente alle attività di assistenza, di ricerca e formazione. Sul piano organizzativo la struttura è regolamentata sulla base della normativa regionale quale ente di ricerca non trasformato e pertanto la sua organizzazione e il suo funzionamento sono disciplinati dalla normativa regionale e dal presente atto aziendale.
L'organizzazione e funzionamento dell'Ente è disciplinato, altresì, dalle disposizioni contenute nel decreto legislativo n.288 del 2003, nonché dalle disposizioni statali e regionali in materia di Aziende Sanitarie in quanto applicabili. L'operare all'interno del Servizio Sanitario Regionale in collaborazione con le altre Aziende Sanitarie impone il rispetto di vincoli di sistema di natura economico-finanziaria. Le scelte dell'Istituto dovranno essere realizzate nel rispetto di tali vincoli allo scopo di preservare condizioni di equilibrio del sistema aziendale e di contribuire a quello più generale della Regione Puglia.
Il ruolo dell'Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia "Saverio de Bellis" nella rete regionale rappresenta un importante impegno che va a sommarsi all'attività di un IRCCS, prevalentemente orientato alla chirurgia gastroenterologica e alla gastroenterologia endoscopica ed epatologica innovative e all'attività di eccellenza e di sperimentazione nei settori epatogastroenterologico e nutrizionale, assurgendo negli anni recenti a sede regionale di riferimento per le patologie acute, croniche e neoplastiche dell'apparato digerente, più recentemente, per le patologie metaboliche e alimentari. 

LA VISIONE:
Nella sua veste di struttura a carattere nazionale (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico), inserita nel Sistema Sanitario Regionale e, di conseguenza, nella realtà territoriale, l'Ente persegue i seguenti obiettivi:
sviluppo delle alte specialità e dei trattamenti innovativi in ambito gastroenterologico e di scienze dell'alimentazione; potenziamento della ricerca traslazionale in gastroenterologia, prevalentemente in specifici settori della chirurgia dei tumori intestinali, pancreatici ed epatici, delle patologie croniche dell'intestino e dei disturbi dell'alimentazione;
soddisfacimento delle necessità legate alle richieste territoriali di indagini endoscopiche di II livello e di attività diagnostiche ed assistenziali gastroenterologiche mediche e chirurgiche;
sviluppo di un'attività formativa in ambito gastroenterologico e scienze dell'alimentazione, sia per quanto riguarda corsi universitari, sia per la crescita continua delle competenze dei professionisti dell'Ente;
impegno a svolgere anche un ruolo guida nella informazione e formazione della cittadinanza (empowerment) per la prevenzione e la cura delle malattie gastroenterologiche e alimentari nelle diverse età della vita: per esempio la prevenzione e cura della obesità e delle intolleranze alimentari.

Le strategie di lungo periodo perseguite dall'Istituto sono orientate a:
perseguire sempre più alti livelli di integrazione tra ricerca ed assistenza, attraverso il potenziamento della ricerca traslazionale e lo sviluppo di studi clinici nell'area assistenziale, al fine di poter dare sempre maggiore evidenza degli effetti della ricerca sulle capacità assistenziali;
continuare ad essere il "punto di riferimento di eccellenza" a livello regionale e nazionale sulla ricerca e l'assistenza in campo sia gastroenterologico che dei disturbi dell'alimentazione;
potenziare il know-how dei professionisti, anche garantendo il trasferimento delle competenze dei professionisti più esperti operanti nell'Ente, che ne caratterizzano l'eccellenza e le capacità di attrazione, ai più "giovani" (empowerment del personale);
promuovere l'attività didattica assicurando ai professionisti in formazione lo sviluppo di conoscenze specialistiche di eccellenza in ambito gastroenterologico e scienze dell'alimentazione;
sviluppare nuovi e sempre più efficienti modelli organizzativi che facilitino l'integrazione tra assistenza e ricerca, tra IRCCS e Servizio Sanitario, tra Unità Operative di assistenza e ricerca e servizi a supporto. 

MISSIONE:
premesso che l'obiettivo prioritario rimane la centralità del cittadino e la tutela e cura della salute, l'Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia "Saverio de Bellis" riconosce come propria missione il soddisfacimento del bisogno di salute della Persona attraverso il perseguimento, in riferimento alle patologie gastroenterologiche e ai disturbi del metabolismo e dell'alimentazione, di obiettivi di formazione e di ricerca, prevalentemente traslazionale, in campo biomedico e in quello di organizzazione e gestione dei servizi sanitari, unitamente all'erogazione di prestazioni di ricovero e cura. Attraverso le attività di ricerca e di assistenza, l'Ente ha come ulteriori finalità:
• il consolidamento e lo sviluppo dell'eccellenza nella ricerca e nell'assistenza in ambito gastroenterologico, quale struttura di riferimento regionale di secondo livello;
• la valorizzazione della didattica ai fini della formazione di professionisti nell'ambito delle patologie gastroenterologiche, anche in collaborazione con Università e altri Enti di ricerca e di formazione sia nazionali che internazionali;
• l'orientamento all'integrazione tra la funzione di assistenza, di ricerca e di formazione, in condivisione con le altre Aziende del SSN, del S.S.R. e delle Aziende Sanitarie Universitarie;
• la partecipazione all'attuazione del Piano Regionale della Salute;
• la partecipazione alla realizzazione della più vasta missione del Servizio Sanitario della Regione Puglia, missione definita come tutela della salute nella sua globalità in relazione al quadro di risorse a ciò destinate;
• l'adesione alle attività della rete nazionale degli IRCCS nelle patologie oncologiche, gastroenterologiche e dei disturbi dell'alimentazione e, più in generale, in quelle di competenza dell'Ente:
• l'inserimento dell'Ente in ambiti di ricerca europea ed internazionale.

I VALORI
I valori di fondo dell' Ente Ospedaliero Specializzato in Gastroenterologia "Saverio de Bellis" sono riconducibili ai seguenti principi generali:
La centralità del cittadino: l'Ente orienta il suo operato alla centralità del cittadino, in quanto titolare del diritto alla salute e destinatario del servizio offerto. Nei confronti del cittadino l'Ente offre prestazioni in grado di soddisfare non solo il suo fabbisogno sanitario, ma anche la globalità dei suoi bisogni collegati alla tutela della salute e alle prestazioni erogate.
L'Ente promuove: (a) la trasparenza dell'operato dei propri professionisti orientandone l'azione e i comportamenti a principi di correttezza e di eticità; (b) l'attenzione ai bisogni dei cittadini garantendo, ad esempio, l'appropriatezza delle prestazioni erogate e la trasparenza delle informazioni sui tempi di attesa sia per l'attività istituzionale sia per le prestazioni erogate in libera professione; (c) la partecipazione attiva del cittadino a programmi di valutazione e controllo delle prestazioni offerte con particolare riguardo alla qualità percepita al fine del miglioramento.
L'innovazione: l'Ente si impegna a promuovere l'innovazione tecnologica ed organizzativa dei servizi e il miglioramento continuo della qualità dell'assistenza. È promossa l'innovazione gestionale, organizzativa e tecnologica sulla base di una continua analisi e valutazione del sistema e dei suoi risultati, ricercando le soluzioni innovative più adeguate alle proprie specificità organizzative. In particolare, le innovazioni gestionali devono permettere di raggiungere obiettivi elevati in termini di salute e di qualità del sistema nell'ambito della sostenibilità economica; in tale prospettiva l'adeguamento e l'aggiornamento continuo del patrimonio tecnologico è funzionale a migliorare la qualità dei servizi resi.
L'efficienza gestionale: l'obiettivo dell'equilibrio dinamico di bilancio impone all'Ente la continua ricerca di condizioni di efficienza e di efficacia sia nei processi sanitari, sia in quelli amministrativi; tali condizioni sono perseguibili: a) migliorando l'integrazione tra le strutture organizzative e favorendo modalità multidisciplinari di organizzazione del lavoro, b) promuovendo l'adozione da parte dei professionisti di pratiche appropriate dal punto di vista clinico, anche con la creazione di linee guida e percorsi diagnostico-terapeutici.
La libera scelta del luogo di cura da parte del cittadino: l'Ente, sulla base dei principi di universalismo ed equità di accesso ai servizi, garantisce il diritto di tutela della salute a tutte le persone presenti nel territorio nazionale e regionale. Con riguardo alla popolazione della ASL Provinciale di Bari vengono definiti accordi di fornitura per la erogazione delle prestazioni effettuate per tali cittadini. In risposta alla necessità di gestione delle liste di attesa, l'Ente partecipa all'offerta di prestazioni secondo le priorità e gli indirizzi regionali e tramite accordi di fornitura con le Aziende Sanitarie Locali Provinciali di Bari, Brindisi e Taranto.
La valorizzazione delle risorse umane e professionali: l'Ente si prefigge di (I) valorizzare il contributo professionale e di creare condizioni di clima organizzativo che favoriscano l'innovazione, l'apprendimento e la socializzazione del sapere, (II) creare forme di coinvolgimento e di partecipazione ai processi decisionali, direttamente e/o attraverso le organizzazioni di rappresentanza collettiva e (III) attivare processi di governo clinico, di governo assistenziale e di miglioramento della qualità per la costruzione di condizioni sia cliniche che organizzative che sviluppino la sorveglianza ed il monitoraggio dei processi clinico-assistenziali da una parte e l'integrazione tra ricerca e assistenza, dall'altra, (IV) sviluppare il know-how dei professionisti, attraverso attività di formazione, al fine di consentire un'adeguata preparazione del personale impegnato nell'assistenza, nella ricerca, nei servizi di supporto e nella clinica, nonché (V) attrarre dall'estero giovani ricercatori italiani nell'ambito delle politiche di riduzione della fuga di giovani talenti scientifici.
La sicurezza: l'Istituto persegue il miglioramento della sicurezza dei pazienti, degli operatori, degli ambienti di lavoro mediante la definizione e l'implementazione di un sistema di gestione del rischio, che prevede l'analisi e rivalutazione sistematica dei suoi risultati, e la certificazione di qualità delle prestazioni erogate.
Le pari opportunità: l'Ente, quale datore di lavoro, si impegna a costruire condizioni di pari opportunità tra le persone. In questo senso non sono ammesse discriminazioni nè di nazionalità, nè di etnia, nè di religione, nè di sesso sia in ambito lavorativo, che nelle selezioni del personale.
La valorizzazione della responsabilità sociale dell'Istituto, attraverso lo sviluppo di progetti a valenza ambientale (es: Piano Energetico, Mobility Management), culturale (valorizzazione del Centro Congressi; potenziamento e fruibilità pubblica della Biblioteca Scientifica) e sociale (es: rendicontazione sociale attraverso il Bilancio di Missione, progetti di collaborazione con Cooperative Sociali di tipo B).

Come raggiungerci

Percorso in auto: DA BARI: STRADA STATALE 100 USCITA CAPURSO, PRENDERE LA STATALE PER CONVERSANO-CASTELLANA GROTTE OPPURE USCIRE PER TURI-CASTELLANA GROTTE
Percorso in autobus:

Autolinee:

Sud - Est;
SITA;
MAIELLARO;
LENTINI.

Linee urbane:

È possibile raggiungere l’IRCCS de Bellis grazie ad un servizio navetta - pullman (SITA) che dalla stazione ferroviaria di Castellana Grotte, via XX settembre, parte ogni mezz’ora. Per informazioni dettagliate sugli orari: www.sitasudtrasporti.it

Percorso in treno:

ATTRAVERSO LE FERROVIE SUD-EST www.fseonline.it

  • Linea Bari - Putignano (Via Conversano)
  • Linea Taranto - Bari
  • Linea Lecce - Bari

 

Ultimo aggiornamento: 18/09/2018