Scuola in ospedale - siglato Protocollo di Intesa tra Comune di Taranto, Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, Asl di Taranto e Ufficio VII Ambito Territoriale per la provincia Taranto

Garantire il diritto allo studio, attraverso la costruzione di un servizio di scuola ospedaliera e di istruzione domiciliare per i ragazzi che sono ricoverati in ospedale o costretti a seguire lunghe terapie, è il contenuto del Protocollo di Intesa siglato oggi dal Comune di Taranto, dall’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, dalla Asl di Taranto e dall’Ufficio VII Ambito Territoriale per la provincia Taranto.

L’iniziativa, che si basa sull’art. 3 della nostra Costituzione, in base al quale lo studio è un diritto inalienabile della persona, si rivolge agli alunni della scuola primaria e secondaria di I e II grado, degenti presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale SS. Annunziata di Taranto.

Il diritto allo studio, riconosciuto anche dalla Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia, deve essere garantito anche all’alunno che, per motivi di salute, non può assicurare la regolare frequenza scolastica, come nel caso di ricoveri prolungati in ospedale.

L’attività didattica rivolta ai minori ricoverati in strutture ospedaliere riveste un ruolo fondamentale nel riconoscimento effettivo del diritto all’istruzione e, nel contempo, contribuisce al mantenimento e al recupero dell’equilibrio psicofisico.

Il percorso formativo avrà tra i vari obiettivi quello di personalizzare i percorsi formativi, valutando i limiti fisici e psicologici, lavorare sulle abilità di carattere trasversale (lettura, comprensione del testo, logica, etc.), adottare metodologie coinvolgenti, creare benessere attraverso la riqualificazione dei tempi non occupati dalle cure mediche con la lettura, il gioco, le attività pratiche. L'organizzazione delle lezioni, e il loro svolgimento, sarà improntato al pieno rispetto delle necessità terapeutiche di ciascun alunno favorendo, altresì, l’uso delle tecnologie e permettendo, quindi, di superare differenti barriere e ostacoli.

Tra le finalità dell’azione didattica vi è anche quella di assicurare agli studenti, ricoverati o in terapia presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica, la possibilità di relazioni ed attività che riportino a ritmi di vita normale, mantenendo contatti con la scuola di provenienza, con i compagni di classe, con la propria aula, con la propria vita prima della malattia.

Presenti alla sottoscrizione, tenutasi nell’Auditorium del Padiglione Vinci del SS. Annunziata, la dott.ssa Anna Camalleri, Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, il sig. Rinaldo Melucci, Sindaco di Taranto, l’Avv. Stefano Rossi, Direttore Generale Asl Taranto e i dirigenti scolastici delle scuole coinvolte, la prof.ssa Teresa Gargiulo, Dirigente scolastico dell’IC Alessandro Volta e il dott. Piefrancesco Caressa dell’IC San Giovanni Bosco.

 

Data di pubblicazione:

30/04/2020

Ultimo aggiornamento:

30/04/2020