Il Piano Regionale di Governo delle Liste
di Attesa (PRGLA) in 10 punti

1. Le prestazioni specialistiche ambulatoriali oggetto di monitoraggio sono le principali visite e molte prestazioni strumentali. Tra le prestazioni vi sono:

  • la visita cardiologica
  • la visita ortopedica
  • la visita dermatologica
  • la visita oncologica
  • l’elettrocardiogramma
  • diverse ecografie
  • la mammografia
  • diverse TAC e risonanze magnetiche

L’elenco completo puoi trovarlo qui.


2. Le prestazioni specialistiche devono essere prescritte indicando anche il quesito diagnostico e la classe di priorità.

I tempi di attesa per le richieste più urgenti (quelle con priorità U) saranno più contenuti. Seguiranno le richieste con priorità B (breve), quindi quelle con priorità D (differibile) e infine quelle con priorità P (programmata).

La priorità è stabilita dal medico prescrittore, non dall’assistito.

I tempi di attesa massimi per ciascuna classe di priorità sono i seguenti:

  • U: 72 ore
  • B: 10 giorni
  • D: 30 giorni per le visite, 60 giorni per gli accertamenti diagnostici
  • P: 180 giorni (120 giorni a partire dal 1° gennaio 2020)


3. Se all’atto della prenotazione l’assistito rifiuta la prima disponibilità che gli viene offerta, perde la classe di priorità.

 

4. Se il cittadino, dopo aver prenotato, non è più interessato alla prestazione, deve cancellare la prenotazione. In questo modo il suo posto può essere assegnato ad un’altra persona. È soggetto al pagamento di una sanzione chi, non avendo cancellato la prenotazione, non si presenta il giorno dell’appuntamento.


5. Le prenotazioni di tutte le prestazioni, anche di quelle erogate dai privati accreditati, si fanno attraverso i Centri Unificati di Prenotazione (CUP) delle aziende sanitarie. In Puglia si sta procedendo alla progressiva integrazione di tutti i CUP. In questo modo da un qualunque CUP si potrà accedere all’intera offerta regionale. La prenotazione delle prestazioni di controllo/follow up deve di norma essere fatta dalla struttura che prende in carico l’assistito.


6. Sono oggetto di monitoraggio anche le prestazioni erogate in libera professione dagli specialisti di strutture pubbliche.


7. I dati relativi ai tempi di attesa sono pubblicati su PugliaSalute (https://www.sanita.puglia.it/web/pugliasalute/tempi-di-attesa1).


8. Su PugliaSalute i cittadini possono anche effettuare la prenotazione, la disdetta ed il pagamento ticket delle prestazioni specialistiche. Le stesse operazioni possono essere fatte anche con l’App PugliaSalute.


9. Sono oggetto di monitoraggio anche i tempi di attesa per i ricoveri programmati relativi a 17 prestazioni. Fra essi vi sono:

  • alcuni interventi chirurgici per tumori maligni (ad esempio al colon, alla mammella, alla prostata, al polmone)
  • l’intervento per protesi d’anca
  • il bypass aortocoronarico

L’elenco completo puoi trovarlo qui.

Anche per i ricoveri programmati è obbligatoria l’indicazione della classe di priorità, stabilita in base alla gravità del caso clinico:

  • A: ricovero entro 30 giorni
  • B: ricovero entro 60 giorni
  • C: ricovero entro 180 giorni
  • D: senza attesa massima definita

 

10. Il Piano Regionale per il Governo delle Liste di Attesa stabilisce, inoltre, che per alcuni percorsi relativi a patologie oncologiche e cardiovascolari vengano monitorati:

  • la durata della fase diagnostica
  • l’attesa per l’avvio della fase terapeutica

Documenti e Modulistica