Tempi di attesa ex post

I tempi di attesa ex post sono calcolati come l’intervallo temporale fra data di prenotazione di una prestazione e data di effettiva erogazione della stessa. Rappresentano quindi l'attesa "reale", che spesso è notevolmente più contenuta dell'attesa "ex ante", prospettata al momento della prenotazione. La rilevazione dei tempi di attesa ex post viene effettuata con riferimento alle prestazioni individuate dal Piano Nazionale per il Governo delle Liste d’Attesa (PNGLA).

Per ciascuna prestazione viene presentato il tempo di attesa, suddiviso per classi di priorità . Le classi di priorità fanno riferimento ai codici di priorità , inseriti dal medico prescrittore sulla ricetta del servizio sanitario nazionale, che indicano i tempi entro i quali devono essere erogate le prestazioni:

 

U (Urgente) da eseguire nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore
B (Breve) da eseguire entro 10 giorni
D (Differibile) da eseguire entro:
  • 30 giorni per visite
  • 60 giorni per accertamenti diagnostici
P (Senza priorità) prestazione programmata

 

Per ciascuna prestazione e per ciascuna classe di priorità vengono calcolate le percentuali di rispetto dei tempi massimi di attesa.

Le tabelle seguenti, relative al II semestre 2017, riportano i dati, riferiti rispettivamente a:

Dati storici relativi a precedenti periodi di osservazione, a partire dal primo semestre del 2013.

 

Confronto fra tempi di attesa ex ante ed ex post

La differenza, che quasi sempre si registra tra tempi ex ante e tempi ex post, è spiegabile in considerazione del fatto che i tempi d'attesa ex post riguardano tutte le prestazioni erogate nel corso della settimana indice di rilevazione, incluse

  • quelle di controllo o con carattere di urgenza, che vengono spesso gestite direttamente dagli specialisti, senza passare attraverso i sistemi di prenotazione,
  • quelle che vengono anticipate rispetto alla data prevista, a seguito della pulizia delle liste d'attesa per rinunce alle prenotazioni, o comunicate spontaneamente dai cittadini o acquisite attraverso l'attività di recall).

Di seguito, nella tabella Confronto tempi di attesa ex ante ed ex post, per ciascuna prestazione rientrante nel monitoraggio previsto dal Piano Nazionale per il Governo delle Liste di Attesa (PNGLA), è indicato il tempo medio di attesa ex post, rilevato nella settimana indice. Accanto ad esso è riportato anche il tempo medio di attesa ex ante.

Documenti e Modulistica